3 Signs that your Church Music Repertoire may have something wrong with it/ 3 segni che il tuo repertorio di musica liturgica potrebbe avere qualcosa di sbagliato (eng – ita) – M° Aurelio Porfiri

I think that everyone can identify some “signs” that indicate that there is some problem with your own repertoire of liturgical songs.

1) If someone tells you that s/he could not stop tapping their feet while listening to the songs, it means that an important element, the rhythmic pulse, has taken over. Now, the rhythm is crucial but be careful not to emphasize it in its Dionysian and primordial element. Dionysus has its place in liturgical music, but it’s always good to be held by the hand of his brother Apollo.

2) When someone tells you that a song makes him or her cry, ask why; it is not difficult to move people in easy sentimentality −pop music thrives on this. But do not forget the difference between cheap sentimentality and deep feeling.

3) If in your church people begin clapping their hands, applauding, giving unnecessary hugs and the songs chosen by you seem to be the perfect soundtrack for this, ask yourself seriously if the direction you have chosen is the right one.


 

Io penso che possano essere identificati alcuni “segni” che indicano che c’è qualche problema con il proprio repertorio di canti liturgici.

1) Se qualcuno ti dice che non poteva smettere di battere i piedi mentre ascoltava i canti, significa che un elemento importante come il pulsare ritmico ha preso il sopravvento. Ora, il ritmo è fondamentale ma stando attenti a non introdurlo nella sua forma dionisiaca e primordiale. Dioniso ha il suo spazio nella musica liturgica, ma è sempre bene sia tenuto per mano da suo fratello Apollo.

2) Quando qualcuno ti dice che un canto lo ha fatto piangere, chiediti perché; non è poi difficile muovere facili sentimentalismi nelle persone, la musica pop vive di questo. Ma non dimenticare la differenza fra il facile sentimentalismo e il profondo sentimento.

3) Se nella tua Chiesa cominciano battiti di mano, applausi, abbracci non necessari e i canti da te scelti sembrano essere la perfetta colonna sonora per tutto ciò, chiediti seriamente se la direzione da te intrapresa sia quella giusta.