How Superman can inspire your Church Music Job/ Come Superman può ispirare il tuo lavoro di musicista liturgico (eng – ita) – M° Aurelio Porfiri

 

I realize that you will find it odd that a choir conductor or an organist can be inspired by Superman in his work, but if you follow me, I hope that I can make you change your mind.

Superman, yet having great strength, knows he is indebted to someone (Jor-El). So those who work in the Church for the musical service should know that everything comes from God, even the greatest musical gifts. Superman is also the shy and timid Clark Kent. Do not forget that even if we have great skills, we have inside our shadow, weakness and sin. We must learn to live with our double, accept it and know that even if we try to elevate ourselves and elevate others to God, we are always mixed with human misery. Superman is vulnerable to kryptonite, we are vulnerable to sin, but we always have to get up like Superman and make sure that our music service is balm for our wounds. Superman bears its logo on the chest and so every Church musician should ideally carry its logo in the chest, in the heart. This logo can only be the cross. Only by living their service in view of the cross , church musicians can become instruments of resurrection.


 

Mi rendo conto che voi troverete bizzarro il fatto che un direttore di coro o un organista può essere ispirato da Superman nel suo lavoro, ma se mi seguite, spero di farvi cambiare idea.

Superman, pur essendo dotato di grande forza, sa di essere debitore a qualcuno (Jor-El). Così chi lavora nella Chiesa per l’animazione musicale, deve sapere che tutto viene da Dio, anche i doni musicali più grandi. Superman è anche il timido e pauroso Clarck Kent. Non dimentichiamo che pure se abbiamo grandi mezzi, in noi si annida la nostra ombra, la debolezza, il peccato. Dobbiamo imparare a convivere con il nostro doppio, accettarlo e sapere che pure se tentiamo di elevarci ed elevare gli altri a Dio, siamo sempre impastati di miseria umana. Superman è vulnerabile alla kriptonite, noi al peccato, ma come Superman dobbiamo sempre rialzarci e fare in modo che il nostro servizio musicale sia balsamo per le nostre ferite. Superman porta il suo logo sul petto e così ogni musicista di Chiesa dovrebbe portare idealmente il suo logo dentro il petto, nel cuore. E questo logo non può che essere la croce. Soltanto vivendo il proprio servizio nell’ottica della croce egli potrà farsi strumento di Risurrezione.

Leave a Reply