The ultimate guide to a Vatican career/ La guida definitiva ad una carriera in Vaticano (eng – ita) – M° Aurelio Porfiri

I spent many years of my life aroundthe Vatican, and very often I have been inside. I knew and saw Popes, Cardinals, Bishops, friars and nuns, priests and lay people. Some were saints, good people, others delinquents or criminals. Everyone was trying to survive in the environment that, as stated by Pope Francis, is and remains a Court (even if he is trying to avoid living in a Court). Here’s what I learned.

  • If you want to make a career, always say that your superiors and the Pope are right. Now, it may happen that your superiors will say that the Pope is wrong. When in doubt, do not comment.
  • Even if you’re a bitch or incompetent to those who work with you, always smile and be falsely seraphic when you’re in front of your superiors. Very often, they do not go beyond that.
  • When you meet a Cardinal or a Bishop pretend to bend down to kiss the ring, to give them a chance to withdraw and pretend to be humble. This always makes a good impression.
  • Whenever you happen to talk to someone who can facilitate your climb, include in your speeches “the Church of the Council”, which means everything and nothing. To seem up to date on the outside don’t let them understand how much you are out of date inside.

I realize that this guide does not paint a pretty picture of the Vatican and, as mentioned, there is also sanctity there (those that are not following the 4 points above). But the events of recent years make it clear that in general, my guide is not very far from reality.


 

 

Io ho passato molti anni della mia vita nei dintorni del Vaticano, e molto spesso ne sono stato all’interno. Ho conosciuto e visto Papi, Cardinali, Vescovi, religiosi, religiose, preti, laici e laiche. Alcuni erano santi, brave persone, altri delinquenti o malfattori. Tutti cercavano di sopravvivere nell’ambiente che, come detto da Papa Francesco, è e rimane una Corte (anche se lui sta tentando di evitare di vivere in una corte). Ecco quello che ho imparato.

  • Se vuoi far carriera, dai sempre ragione ai tuoi superiori e al Papa. Ora, può accadere che i tuoi superiori danno torto al Papa. Nel dubbio, non commentare.
  • Se pure sei una carogna o un incompetente con chi lavora con te, sii sempre sorridente e con aria falsamente serafica quando sei di fronte ai tuoi superiori. Molto spesso, loro non andranno oltre.
  • Quando incontri un Cardinale od un Vescovo fai finta di chinarti per baciare l’anello, così darai a loro l’occasione per ritrarsi e fingersi umili. Questo fa sempre una bella impressione.
  • Ogni volta che ti capita di parlare con qualcuno che può facilitare la tua scalata, infila nei tuoi discorsi “la Chiesa del Concilio”, che vuol dire tutto e niente. Sembrare aggiornato fuori non fa capire quanto invece sei arretrato dentro.

Mi rendo conto che questa guida non dipinge un bel ritratto del Vaticano e, come detto, c’è anche in opera la santità (in coloro che non seguono i 4 punti di cui sopra). Ma gli accadimenti degli ultimi anni fanno capire che in generale, la mia guida non è molto lontana dalla realtà.